Quando si sceglie la cucina a gas e quando la cucina elettrica?

Riceviamo tante chiamate da clienti che cercano una cucina professionale per ristorante usata o nuova. La prima domanda che facciamo ad ognuno di loro riguarda il tipo di alimentazione che cercano: a gas o elettrica?

Rispondere a questa domanda può sembrare semplice, ma prima di scegliere definitivamente la soluzione di cottura per il tuo ristorante, prenditi cinque minuti per approfondire i pro e i contro della cucina a gas e della cucina elettrica.

I consumi della cucina a gas e quelli della cucina elettrica

I consumi energetici sono il primo discrimine nella scelta tra cucina a gas ed elettrica.

I clienti che ci contattano tendono a scegliere la cucina a gas per risparmiare sul costo della bolletta e per il suo metodo di cottura, molto apprezzato dalla maggior parte degli chef italiani.

I clienti che invece ci richiedono le cucine professionali ad alimentazione elettrica scelgono un’attrezzatura che ha costi energetici più alti e, nel caso della piastra ad induzione, anche costi di acquisto molto alti.

Perché conviene la cucina a gas?

Il metodo di cottura della cucina a gas è tradizionalmente il più utilizzato dalla maggior parte degli chef italiani.

Le motivazioni che spingono la maggior parte dei nostri clienti a scegliere la cucina a gas sono numerose. Oltre ai bassi consumi energetici già citati, la cucina a gas garantisce una piena e rapida regolazione del calore della fiamma, questo significa che la potenza erogata dai bruciatori a gas riscalda velocemente ogni tipo di pentola.

Un’altra motivazione per cui gli chef e i ristoratori che ci contattano preferiscono la cucina professionale a gas è la possibilità di cucinare efficientemente con ogni tipo di pentola, essendo la fiamma del gas perfettamente aderente a qualsiasi tipo di superficie.

Quanto è sicura la cucina a gas?

Questa è un’altra domanda che la maggior parte degli addetti ai lavori che ci contattano ci pongono. La risposta è molto semplice: dipende dalle procedure di installazione e dal montaggio. La legislazione vigente in materia di sicurezza degli impianti a gas prevede infatti l’intervento di un tecnico specializzato e certificato che monta e abilita l’impianto per garantire il rispetto delle norme anti-incendio e rilasciare i certificati necessari.

Perché alcuni scelgono la cucina elettrica?

Può capitare che alcuni clienti ci chiedano espressamente di acquistare una cucina elettrica, nonostante gli alti costi energetici. La scelta è dettata da motivi di sicurezza degli spazi in cui la cucina deve essere installata. Molti ristoranti, pizzerie e locali pubblici sono infatti collocati in grandi strutture che richiedono espressamente l’utilizzo della cucina elettrica. Il caso più frequente di grande struttura che obbliga all’utilizzo della cucina elettrica è il centro commerciale.

Il metodo di cottura elettrico tradizionale è meno sicuro e ha tempi di riscaldamento più lenti. Il piano di cottura con piastra ad induzione, metodo di cottura di nuova generazione, ha dimezzato i tempi di riscaldamento delle piastre, raggiungendo la temperatura desiderata in tempi più brevi perfino della cucina a gas.

La scelta dei nostri clienti? La cucina a gas

Come è comprensibile, la risposta a questa domanda dipende dalle esigenze specifiche di ogni ristorante e la scelta va ponderata tenendo conto degli spazi, delle esigenze di cottura, dei costi del macchinario e della bolletta. Considerate tutte queste variabili, possiamo affermare con certezza che la maggior parte dei nostri clienti sceglie la cucina a gas, sicuri di acquistare un’attrezzatura sicura, conveniente ed efficiente.